Agevolazione-fiscale-ASD--Il-comportamento-concludente-prevale-sull’omessa-opzione-formale-elaboraonline

Il mancato esercizio formale dell’opzione, da esercitare per potere usufruire delle agevolazioni fiscali riservate alle associazioni sportive dilettantistiche, non impedisce di poter usufruire del regime agevolativo loro riservato, se la contribuente dimostra la propria adesione con comportamenti concludenti, a prescindere dall’esistenza di altre cause d’impedimento.


Non sono in ogni caso cause d’impedimento ostative all’esercizio dell’opzione :

a) L’omessa presentazione dell’Unico-Redditi (annualità 2007);

b) L’omessa tenuta della contabilità nella quale annotare le entrate;

c) Il mancato rinvenimento dei verbali associativi (Assemblea dei soci e Consiglio direttivo).

Responsabilità del legale rappresentante

Per quanto riguarda la responsabilità del legale rappresentante, l’Amministrazione non può recuperare le maggiori imposte accertate (anno 2007) dell’ente nei confronti dell’amministratore sulla base della mera carica “formale”, perché essa non basta ad identificarlo quale responsabile in solido.

Infatti, sebbene sia stato nominato tale (29 giugno 2005) in epoca precedente all’anno oggetto di accertamento (2007), ha sempre poi agito per l’associazione un soggetto terzo, come risulta dai contratti da questo sottoscritti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.