Dal 1° agosto e fino al 18 novembre 2016 Fondazioni ITS, Università, Accademia di belle arti, Istituti superiori per le industrie artistiche, Conservatori di musica e istituti musicali pareggiati possono richiedere il finanziamento di progetti per percorsi di formazione destinati ai giovani con età compresa tra i 18 e i 29 anni da assumere con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca.

FINALITA’ E OBIETTIVI

Regione Lombardia con il presente Avviso si rivolge a Fondazioni ITS, Università, Accademie di belle arti, Istituti superiori per le industrie artistiche, Conservatori di musica e Istituti musicali pareggiati (di seguito “Istituzioni formative”) ed intende finanziare e promuovere l’apprendistato di alta formazione e di ricerca, previsto dall’art. 45 del D.Lgs. 81 del 15 giugno 2015, ai sensi della “Disciplina dei profili formativi del contratto di apprendistato – Sezione 3 Disciplina dell’apprendistato di alta formazione e di ricerca”, approvata con D.G.R. n. X/4676 del 23/12/2015.

Le tipologie di apprendistato finanziate dal presente provvedimento sono:

  • Apprendistato per il Diploma di Istruzione Tecnica Superiore – ITS;
  • Apprendistato per la Laurea triennale, magistrale e a ciclo unico;
  • Apprendistato per il Master I e II livello;
  • Apprendistato per il Dottorato di ricerca;
  • Apprendistato per l’Alta formazione artistica, musicale e coreutica – AFAM.

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse disponibili per il presente Avviso ammontano a € 2.000.000,00, rinvenibili ai capitoli 15.02.104. 8281/8282/8283 dell’esercizio finanziario in corso. Regione Lombardia si riserva di integrare tale dotazione in funzione di specifiche esigenze, che potranno essere valutate in fase d’attuazione della sperimentazione.

SOGGETTI AMMISSIBILI – BENEFICIARI

La domanda di contributo può essere presentata dai seguenti soggetti ammissibili nell’ambito dei titoli di studio rilasciati:

  1. con riferimento al Diploma di Istruzione Tecnica Superiore (ITS): Istituti Tecnici Superiori di cui al DPCM del 25 gennaio 2008;
  2. con riferimento alla Laurea triennale, magistrale e a ciclo unico, al Master di I e II livello, al Dottorato di ricerca: Atenei aventi facoltà, ai sensi della normativa vigente, al rilascio dei titoli cui sono finalizzati i contratti, in forma singola, consorziati o in ATS tra Ateneo/i e impresa/e1;
  3. con riferimento all’Alta formazione artistica, musicale e coreutica – AFAM:

Accademie di belle arti, Accademia nazionale di danza, Accademia nazionale di arte drammatica, Istituti superiori per le industrie artistiche, Conservatori di musica, Istituti musicali pareggiati, Istituzioni autorizzate a rilasciare titoli di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (art.11 DPR 8.7.2005, n.212).

Il soggetto che presenta la domanda di contributo deve avere sede legale o sede operativa in Regione Lombardia.

Inoltre, in caso di aziende multi localizzate, la sede di lavoro dell’apprendista deve essere una unità locale stanziata in Lombardia.

DESTINATARI DEI PERCORSI DI APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA

I destinatari sono giovani con età compresa tra i 18 ed i 29 anni, da assumere con contratto di apprendistato ai sensi dell’art.45 del

D.Lgs. 81/2015 in possesso dei seguenti requisiti:

  • nazionalità italiana o di altri paesi appartenenti all’Unione Europea o nazionalità di paesi non appartenenti all’Unione Europea, con regolare permesso di soggiorno in Italia;
  • residenza o domicilio in Lombardia;
  • possesso delle caratteristiche per l’iscrizione al percorso di studio cui è finalizzato il contratto.

CONTENUTI DEL PROGETTO FORMATIVO E CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’

Il presente provvedimento prevede il finanziamento di appositi progetti formativi, diversificati per titolo da conseguire.

I progetti formativi che potranno essere ammessi a finanziamento dovranno avere le caratteristiche di seguito descritte per tipologie di percorso.

TIPOLOGIE DI APPRENDISTATO FINANZIATE

Di seguito indicate unitamente alle relative istituzioni beneficiarie:

tabella_apprendistato

MODALITA’ ORGANIZZATIVE PER I PERCORSI DI APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA

Ai fini dell’attivazione del contratto di apprendistato, l’istituzione formativa e il datore di lavoro sottoscrivono il protocollo (Allegato 1), il piano formativo individuale (Allegato 1a) e il dossier individuale (Allegato 2) allegati del Decreto Interministeriale 12/10/2015 Serie Ordinaria n. 30 – Venerdì 29 luglio 2016 – 44 – Bollettino Ufficiale Definizione degli standard formativi dell’apprendistato e criteri generali per la realizzazione dei percorsi di apprendistato, in attuazione dell’articolo 46, comma 1, del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81”.

L’organizzazione didattica dei percorsi di formazione in apprendistato si articola in periodi di “formazione interna” e “formazione esterna” concordati dall’istituzione formativa e dal datore di lavoro e attuati sulla base del protocollo. La formazione esterna si svolge sotto la responsabilità dell’istituzione formativa che garantisce anche gli aspetti assicurativi e la tutela della salute e della sicurezza.

Le istituzioni formative individuano un tutor formativo che ha il compito di promuovere il successo del percorso dell’apprendista, di favorire il raccordo didattico e organizzativo tra l’istituzione formativa e il datore di lavoro al fine di garantire l’integrazione tra la formazione interna ed esterna.

Il tutor formativo, in collaborazione con il tutor aziendale, procede alla compilazione del dossier individuale dell’apprendista e garantisce l’attestazione delle attività svolte e delle competenze acquisite al termine del percorso formativo anche in caso di risoluzione anticipata del contratto.

L’istituzione formativa, anche avvalendosi del datore di lavoro per la parte di formazione interna, effettua il monitoraggio e la valutazione degli apprendimenti, anche ai fini dell’ammissione dell’apprendista agli esami conclusivi del percorso, ne dà evidenza nel dossier individuale e ne comunica i risultati all’apprendista.

Il titolo rilasciato all’apprendista dalle istituzioni formative costituisce certificazione finale del percorso; nel caso in cui l’apprendista non completi il percorso o non consegua il titolo, le istituzioni formative sono comunque tenute ad attestare le competenze raggiunte che potranno essere oggetto di certificazione ai sensi delle vigenti disposizioni regionali (e con riferimento al Quadro Regionale degli Standard Professionali).

Visita la sezione Finanziamenti agevolati e Lavoro di Elabora online.

Consulta L’avviso della Regione.

Non dimenticarti di seguire tutti gli altri aggiornamenti su Studio Russo Giuseppe!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *