Slitta di un anno la scadenza per accedere al bando che stanzia un milione di euro per la concessione di incentivi a privati cittadini, condomini, ditte individuali e società, destinati all’acquisto e all’installazione di punti di ricarica domestica per veicoli elettrici. Ogni richiedente può presentare domande per un massimo di 10 prese di ricarica, corrispondenti a 10 veicoli, pari ad un contributo max di 10 mila euro.

Finalità

In esecuzione dell’Accordo di Programma Quadro Ambiente ed Energia, stipulato con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Lombardia promuove la diffusione dell’utilizzo degli autoveicoli elettrici privati al fine di diminuire l’inquinamento atmosferico generato dai trasporti, soprattutto in ambito urbano. Si favorisce pertanto l’acquisto dell’autovettura elettrica attraverso la sovvenzione dell’infrastruttura di ricarica privata.

Risorse finanziarie

La dotazione finanziaria messa a disposizione per il presente bando è pari a 1.000.000,00 (un milione) di Euro, salvo ulteriori risorse aggiuntive che potessero rendersi disponibili, definite da un successivo provvedimento. INFRASTRUTTURE LOMBARDE S.p.A. provvederà alla liquidazione dei contributi che verranno riconosciuti a seguito dell’istruttoria realizzata dalla U.O. Energia e Reti Tecnologiche.

Periodo di validità

Il bando inizierà ad esplicare i propri effetti dal giorno mercoledì 15 giugno 2016 alle ore 12:00 e si concluderà alla data del 31 dicembre 2017, salvo esaurimento anticipato delle risorse finanziarie.

Chi può presentare domanda

La misura di incentivazione è rivolta a tutti i soggetti privati, ovvero cittadini, condomini, ditte individuali e società, residenti o avente sede legale/operativa in Regione Lombardia.

Il contributo è concesso esclusivamente a chi possiede in proprietà, in leasing o in comodato d’uso un autoveicolo elettrico a batteria, anche della tipologia ibrida plug-in, delle categorie M1 o N1. Sono pertanto esclusi tutti gli autoveicoli ibridi non plug-in delle medesime categorie M1 o N1 e i veicoli elettrici di categoria L.

Per le imprese i seguenti requisiti sono obbligatori, pena l’inammissibilità della domanda:

  • non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative relative agli aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea: gli aiuti non saranno erogati ad imprese destinatarie di ingiunzioni di recupero per effetto di una decisione di recupero adottata dalla Commissione europea ai sensi del Regolamento (CE) 659/1999 e s.m.i., in quanto hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o non depositato in un conto bloccato aiuti che lo Stato è tenuto a recuperare in esecuzione di una decisione di recupero adottata dalla Commissione Europea ai sensi del suddetto Regolamento;
  • non essere sottoposte a procedure concorsuali ai sensi del diritto fallimentare interno;
  • avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di
    divieto, di decadenza, di sospensione previste dal d.lgs. 159/2011 (Codice delle leggi antimafia).

Sono escluse dai beneficiari le imprese sottoposte a procedura fallimentare o in stato di liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo o comunque che siano sottoposte a procedimenti che possano determinare una delle predette procedure. Sono inoltre escluse le imprese che hanno beneficiato di contributi pubblici in forma di prestito agevolato, soggetto a restituzione, e che non siano in regola con il pagamento delle rate.

Fattura Elettronica

Come presentare la domanda

Il contributo è concesso mediante una procedura valutativa a sportello per via telematica, suddivisa in due fasi: la fase di adesione al bando, e contestuale assegnazione del contributo, e la fase di rendicontazione ed erogazione del contributo.

La prima fase permette di prenotare il contributo sulla base delle spese preventivate per l’intervento, e l’accesso avviene secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda. Il bando prevede, ai fini dell’assegnazione del contributo, il superamento di un’istruttoria formale secondo le modalità esplicitate al successivo punto 13.

Si precisa che al fine della determinazione dell’ordine cronologico si considera la data e l’ora di invio al protocollo assegnati dalla piattaforma informatica al termine della procedura di presentazione della domanda: non saranno accettate procedure intermedie ai fini del presente bando.

La domanda di contributo, corredata della documentazione di seguito elencata e firmata digitalmente dal richiedente (Legale Rappresentante in caso di persona giuridica), deve essere presentata esclusivamente on-line, per mezzo del Sistema Informativo “SIAGE” raggiungibile all’indirizzo web: http://www.agevolazioni.regione.lombardia.it.

Nell’apposita sezione del sito sono disponibili le modalità di accesso, previa registrazione e rilascio dei codici personali (login/password).

Si evidenzia che la domanda di contributo deve essere presentata dal soggetto richiedente senza intermediari: non è ammessa la presentazione di domande per conto di altri soggetti.

Al termine della compilazione on-line della domanda di contributo il sistema informatico (SIAGE) genererà automaticamente il modulo di domanda di partecipazione che dovrà essere prima scaricato dal sistema e successivamente ricaricato a sistema, con gli allegati richiesti, dopo la sottoscrizione da parte del richiedente. La sottoscrizione dovrà essere con firma digitale o firma elettronica qualificata o firma elettronica avanzata e del PIN1. E’ ammessa quindi anche la firma con CRS o CNS, purché generata attraverso l’utilizzo dell’ultima versione del software per la gestione della firma. Il firmatario del modulo di domanda di partecipazione si assume ogni responsabilità di verificare che il modulo ricaricato a sistema sia quello generato automaticamente garantendone integrità e contenuti. Saranno dichiarati inammissibili moduli incompleti.

Si precisa che la domanda di contributo si intende perfezionata solo a seguito dell’assolvimento in modo virtuale del pagamento della marca da bollo, di importo pari a 16,00 Euro, mediante carta di credito. I circuiti abilitati all’assolvimento sono VISA e MASTERCARD.

I soggetti esenti dal pagamento dell’imposta di bollo sono:

  1. gli Enti Pubblici (art. 16, DPR n. 955 del 30/12/1982);
  2. le Associazioni di Volontariato (art. 8, Legge n. 266 del 11/08/1991);
  3. le ONLUS (artt. 10 e 17, D.Lgs. n. 460 del 04/12/1997).

La domanda risulta perfezionata, e quindi correttamente presentata, solo con l’invio al protocollo. A conclusione della procedura prima indicata il sistema informatico rilascerà in automatico la stima dell’importo del contributo assegnato, calcolato in base ai dati inseriti dal richiedente, nonché numero e data di protocollo alla domanda di contributo.

La domanda dovrà essere presentata dal richiedente con procedura “on-line” che sarà disponibile a partire dalle ore 12.00 di mercoledì 15 giugno 2016 sino all’avvenuto esaurimento della dotazione finanziaria.

Nella stessa domanda è possibile presentare richiesta per un contributo massimo di 10.000,00 Euro, corrispondente a 10 prese per la ricarica di altrettanti autoveicoli elettrici intestati al medesimo soggetto.

Alla domanda è necessario allegare on-line la seguente documentazione in formato pdf:

  1. copia del documento di identità del richiedente;
  2. copia del preventivo, dettagliato in voci di costo, per l’acquisto e l’installazione del sistema di ricarica;
  3. copia della scheda tecnica del sistema di ricarica (riportante le caratteristiche indicate al punto 12);
  4. copia della carta di circolazione dell’autoveicolo elettrico oppure copia del contratto di acquisto dell’autoveicolo elettrico;
  5. in caso di leasing/comodato d’uso: dichiarazione di assegnazione dell’autoveicolo per un minimo di 12 mesi;
  6. copia del preventivo per l’adeguamento in potenza per l’allacciamento della wall-box/colonnina oppure per l’installazione
    del contatore dedicato;
  7. copia del preventivo delle spese per interventi edilizi;
  8. l’assenso del proprietario dell’immobile o dell’area dove sarà installato il sistema di ricarica (se non coincidente con il richiedente).

I documenti di cui alle lettere a), b), c) e d) sono obbligatori per tutte le domande di contributo, pena l’esclusione dal bando; nel caso di contratto di acquisto dell’autoveicolo elettrico si evidenzia che la carta di circolazione dovrà necessariamente essere allegata entro il termine stabilito per la rendicontazione (sei mesi) pena la decadenza del contributo.

Il documento di cui alla lettera h) nel caso dei condomini è rappresentato dalla copia del verbale di assemblea in cui si esprime parere favorevole all’installazione del sistema di ricarica.

Per le imprese, oltre alla documentazione suddetta, è obbligatorio allegare la dichiarazione sulla presenza di altre forme pubbliche di contribuzione (rispetto del regime de minimis).

Nella richiesta deve inoltre essere dichiarato:

i. l’indirizzo di posta elettronica al quale ricevere ogni comunicazione relativa alla domanda di contributo;

j. l’accettazione delle condizioni del bando;

k. la disponibilità per le eventuali indagini tecniche e controlli che Regione Lombardia riterrà opportuno effettuare;

l. l’impegno a comunicare tempestivamente, ed in ogni caso prima dell’erogazione del contributo, ogni eventuale variazione anagrafica e, per le imprese, ogni variazione riguardante la localizzazione della sede legale o operativa nonché il ricevimento di formale ingiunzione di recupero su aiuti illegali percepiti.

Infine, se la domanda è presentata da un soggetto diverso dal legale rappresentante vanno allegati, a pena di esclusione, anche l’atto di delega e la copia del documento di identità del delegato. Le domande pervenute con modalità difformi rispetto alla procedura descritta nel presente punto non sono ammissibili.

In allegato l’avviso della Regione Lombardia: bando


Iscriviti alla newsletter in alto a destra per non perdere neanche un aggiornamento!

Visita la sezione Finanziamenti agevolati.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.