Concorso sperimentale per la sottoscrizione di Accordi per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione con imprese, organismi di ricerca e/o università. Con gli Accordi per la R&I Regione Lombardia intende sostenere con uno strumento innovativo e semplificato la realizzazione di progetti integrati di Ricerca, Sviluppo e Innovazione particolarmente complessi e di impatto in termini di soggetti coinvolti nel partenariato e di investimento complessivo attivato.

DESTINATARI

Partenariati formalizzati in Aggregazioni (minimo due soggetti di cui almeno una impresa e un organismo di ricerca e/o università).

RISORSE

  • 40 milioni di euro a valere sulle risorse del POR FESR 2014 – 2020;
  • Contributo a fondo perduto max. 4,5 milioni di euro per ogni progetto;
  • I progetti devono prevedere investimenti per almeno 5 milioni di euro;
  • Intensità di aiuto media: 50%.

AZIONI

I progetti di Ricerca, Sviluppo e Innovazione dovranno sviluppare sia la parte di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale sia la parte di Innovazione, declinando l’integrazione degli obiettivi per il trasferimento dei risultati tecnico-scientifici e la loro valorizzazione in termini di mercato ed impatto sulla competitività del territorio lombardo.

Sono, a titolo esemplificativo, ammissibili a contributo i costi per personale, attrezzature, strumentazioni, immobili, ricerca contrattuale, brevetti, consulenze e spese generali.

MODALITA’

Gli interventi possono avere durata dalla data di sottoscrizione dell’accordo fino ad un massimo di 30 mesi con una possibilità di proroga motivata di 6 mesi.

SELEZIONE

La valutazione sarà affidata a esperti indipendenti e il contributo sarà erogato sulla base dei risultati ottenuti nel corso del progetto.

DOMANDE

La presentazione delle proposte sarà possibile rispondendo ad una call pubblica che Regione Lombardia terrà aperta dal 15 giugno al 29 settembre prossimi, cui seguirà un percorso di valutazione da chiudersi entro il 30 gennaio 2017.

Tutti gli Accordi dovranno essere sottoscritti al massimo entro il 30 maggio 2017.

Per informazioni consultare il documento: Call accordi per la ricerca e l’innovazione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.