Aperto fino al 16 settembre 2016 l’avviso per la promozione dei sistemi museali, bibliotecari e degli archivi storici degli enti locali.

FINALITA’

Con il presente avviso pubblico la Regione intende perseguire le seguenti finalità:

  • aumentare il numero degli utenti dei servizi culturali incoraggiandone la fruizione continuativa quale parte integrante della vita comunitaria;
  • migliorare e accrescere l’accessibilità dei servizi culturali stimolando dinamiche di partecipazione e raggiungendo un pubblico diversificato (studenti, bambini, adolescenti, anziani, famiglie, immigrati…);
  • valorizzare i sistemi di servizi culturali già accreditati e incoraggiare le strategie di sistema anche in aree del territorio regionale dove ancora non esistono;
  • evidenziare il ruolo di musei, biblioteche e archivi storici in quanto servizi essenziali di un territorio, indipendentemente dalla loro titolarità (se gestiti dagli enti locali, dallo stato, da privati);
  • utilizzare spazi e luoghi non tradizionali per le attività di divulgazione culturale, anche con il coinvolgimento di comuni privi di servizi culturali;
  • coinvolgere le associazioni e i gruppi di cittadini nella programmazione delle attività culturali.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare un progetto per la domanda di ammissione a contributo le seguenti categorie di soggetti:

  1. Sistemi museali e bibliotecari accreditati facenti parte dell’Organizzazione Museale Regionale (O.M.R.) e dell’Organizzazione Bibliotecaria Regionale (O.B.R.), approvati con i decreti citati all’articolo 1, e poli archivistici formalmente istituiti da parte di Enti Locali o che dimostrino di aver lavorato in modo continuativo ed in forma integrata con altri archivi del territorio. La domanda è presentata da un Ente capofila già individuato o individuato per l’occasione;
  2. Unioni e consorzi di comuni, nuove aggregazioni di Enti Locali nell’ambito di aree geografiche definite, di cui facciano parte almeno 10 servizi culturali accreditati. La domanda è presentata da un Ente capofila già individuato o individuato per l’occasione.

Ogni servizio culturale di cui ai precedenti punti 1 e 2 può far parte di un unico progetto.

Nel caso in cui un servizio culturale abbia partecipato a più progetti, verrà presa in considerazione la partecipazione al primo progetto pervenuto in ordine di tempo.

Possono essere partner del progetto: servizi culturali di Ente Locale e di interesse locale non accreditati in OMR e OBR, Istituti Universitari e altri Enti di ricerca, fondazioni, organismi statali (Soprintendenze, servizi culturali), Parchi e Agenzie Regionali, imprese del comparto cultura e turismo e produttori locali, Istituti Culturali (di cui all’Albo Regionale 2014 – 2016), sponsor privati, Associazioni Culturali, Istituti Scolastici, ed altri partner pubblici e privati operanti nel settore.

Non possono presentare istanza, infine, coloro che, avendo beneficiato nel triennio precedente di contributi regionali ai sensi della L.R. n. 26/2009 e successive modifiche, non abbiano realizzato l’iniziativa, o non abbiano presentato la documentazione consuntiva relativa, per fatto imputabile agli stessi.

ENTITA’ DEL FINANZIAMENTO

Il contributo massimo riconoscibile per ogni singolo progetto è pari a:

  • € 30.000,00 per progetti che coinvolgano fino a 9 servizi culturali accreditati;
  • € 100.000,00 per progetti che coinvolgano da 10 a 25 servizi culturali accreditati;
  • € 200.000,00 per progetti che coinvolgano da 26 a 35 servizi culturali accreditati;
  • € 300.000,00 per progetti che coinvolgano 36 o più servizi culturali accreditati.

Il contributo assegnabile non può inoltre superare:

  • il 95% dei costi ammissibili per progetti a cui venga attribuito, ai sensi dell’articolo 10, un punteggio complessivo tra 35 e 40;
  • il 85% dei costi ammissibili per progetti a cui venga attribuito, ai sensi dell’articolo 10, un punteggio complessivo tra 30 e 34;
  • il 75% dei costi ammissibili per progetti a cui venga attribuito, ai sensi dell’articolo 10, un punteggio complessivo tra 25 e 29.

I costi ammissibili del progetto non possono superare il pareggio di bilancio.

Il presente Avviso è finanziato con le seguenti risorse:

  • € 1.500.000,00 Esercizio Finanziario 2016;
  • € 287.500,00 Esercizio Finanziario 2017.

Visita la sezione Finanziamenti agevolati di Elabora online: clicca qui.

Consulta l’avviso della Regione Lazio.

Non dimenticarti di seguire tutti gli altri aggiornamenti su Studio Russo Giuseppe!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.