Aperto fino al 15 ottobre 2016 il concorso “Coltiviamo Agricoltura Sociale” per la concessione di un premio di 50 mila euro ad un progetto originale di Agricoltura Sociale finalizzato a promuovere la solidarietà tra generazioni, l’assistenza sociale e socio-sanitaria dei soggetti più deboli, la tutela dei diritti civili e l’inclusione sociale nelle zone rurali. Possono candidare proposte imprenditori agricoli e cooperative sociali, anche in associazione con altri soggetti del terzo settore.

PREMESSA

Nel ripensamento dei modelli di welfare imposti dall’attuale crisi economica, l’Agricoltura Sociale si propone come una nuova e promettente opportunità sia nelle aree rurali sia nelle aree sub-urbane a rischio degrado dei centri abitati. Ha grandi potenzialità nell’ambito della promozione e protezione sociale, in quanto in grado di proporre specifici modelli d’intervento capaci di generare numerosi vantaggi sia in termini di appropriatezza ed efficacia socio-educativa e socio-assistenziale, sia in termini di sostenibilità ed economicità.

L’Agricoltura Sociale genera cambiamenti anche nei tessuti produttivi delle aziende agricole coinvolte, ridelineando le procedure, le strategie, le modalità comunicative e imprenditoriali, centrandole sulla persona più che sul prodotto. L’azienda agricola che pratica l’Agricoltura Sociale si confronta con la dimensione etica d’impresa e si responsabilizza nei confronti del territorio proponendosi come riposta ai bisogni della collettività.

OBIETTIVI

Consapevoli, quindi, dell’elevato valore dell’Agricoltura Sociale, i promotori del bando “Coltiviamo Agricoltura Sociale” intendono incentivare l’impegno e le potenzialità delle iniziative di Agricoltura Sociale al fine di:

  • comprendere e capitalizzare bisogni e risorse della comunità integrandoli in esperienze coordinate, innovative che massimizzino l’efficacia e l’efficienza degli interventi;
  • incentivare l’innovazione nei modelli di welfare di comunità sperimentando forme di produzione di prodotti/servizi ad alto valore aggiunto sociale;
  • favorire l’integrazione tra i diversi attori dell’Agricoltura Sociale (imprese agricole, cooperative, imprese sociali e non, associazioni, istituzioni, enti di ricerca, ecc.) e la realizzazione di buone pratiche “modellizzabili”.

In ordine a questi obiettivi i promotori emanano il presente Bando per la presentazione di domande volte a beneficiare di un PREMIO finalizzato alla realizzazione di progetti di intervento nelle aree di interesse dell’Agricoltura Sociale che:

  • contengano significativi elementi di innovazione sia per la comunità in cui verranno realizzati sia per ciascuno degli attori coinvolti;
  • siano orientati a rispondere a bisogni/criticità ben identificati/e;
  • adottino strategie e metodi di valutazione di impatto e di comunicazione sociale appropriati alle azioni previste.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

I soggetti interessati dovranno:

  1. Inserire il proprio progetto nel format “criteri per la formulazione della proposta” online (AAl. A) all’indirizzo: coltiviamoagricolturasociale@confagricoltura.it;
  2. Tempo limite ore 24.00 del 15 ottobre 2016;
  3. Inviare, entro lo stesso termine, copia cartacea del format “criteri per la formulazione della proposta” con allegati i documenti di seguito indicati, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno (farà fede il timbro postale), al seguente indirizzo:

Confagricoltura Aspaglio – Corso Vittorio Emanuele II, 101 00186 ROMA

  1. Copia del format “criteri per la formulazione della proposta” è contenuta nell’allegato A.

Ambedue gli invii sono obbligatori e la mancata presentazione (o il superamento dei limiti temporali) con la doppia modalità sarà causa di esclusione.

Il progetto redatto secondo il format “criteri per la formulazione della proposta” allegato sotto la lettera A, dovrà essere corredato, nella versione cartacea da inviare per raccomandata, dai seguenti documenti:

  • Informativa Privacy con sottoscrizione del consenso al trattamento dei dati (All. B);
  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio ex art. 47 DPR n. 445/2000 attestante che le attività del progetto non hanno avuto finanziamenti da altre organizzazioni o enti (All. C);
  • Curriculum del richiedente e degli eventuali partner;
  • Visura camerale del richiedente e degli eventuali partner, di epoca non inferiore a 3 mesi dalla data di pubblicazione del bando.

Il progetto redatto secondo il format “criteri per la formulazione della proposta”

allegato sotto la lettera A, dovrà essere corredato, nella versione on line, da:

  • Informativa Privacy con sottoscrizione del consenso al trattamento dei dati (All. B).

Consulta il Bando.

Visita la sezione Finanziamenti agevolati di Elabora Online.

Non dimenticarti di seguire tutti gli altri aggiornamenti su Studio Russo Giuseppe!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.