info@elaboraonline.it
Shop

Richiesta di rateizzazione per i piani decaduti dal 22/10/2013 al 21/10/2015

 30.00 + Iva

Con questo servizio potrai richiedere la rateizzazione delle tue cartelle comodamente da casa/ufficio/negozio. Dopo aver effettuato il pagamento riceverai una mail con la richiesta dei dati necessari per predisporre la pratica di rateizzazione.

COD: EQ01 Categoria: Tag: ,

Norme e dettagli

Con l’approvazione del D.Lgs. n. 159 del 24.09.2015 si è aperta una nuova possibilità di rateazione nei confronti di Equitalia. La novità riguarda tutti coloro che sono decaduti da un piano di rateazione entro i 24 mesi antecedenti alla data di entrata in vigore del decreto (22.10.2015).

Secondo quanto previsto dal D.Lgs., tali soggetti possono richiedere (entro il prossimo 21.11.2015) un nuovo piano di rateazione in deroga. Per effetto della presentazione della richiesta del piano di rateazione, non possono essere iscritte nuove ipoteche sui beni, non possono essere avviate attività di riscossione e quelle in corso devono essere sospese. Sul punto, si precisa che Equitalia (comunicato stampa del 22.10.2015) ha annunciato che sul proprio sito internet istituzionale (www.gruppoequitalia.it) sono presenti i modelli per la domanda di riammissione alla dilazione dei ruoli, ai sensi dell’art. 15 co. 7 del DLgs.159/2015.

Viene confermato che questa specifica dilazione:

  1. opera per coloro i quali sono decaduti da una pregressa dilazione dei ruoli nei 24 mesi antecedenti l’entrata in vigore del DLgs. 159/2015 (data che coincide con il 22.10.2015);
  2. opera solo se la relativa domanda è presentata entro il 21.11.2015;
  3. decade se si verifica il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive;
  4. può essere al massimo di 72 rate mensili e non è prorogabile.

Per essere riammessi alla dilazione, dunque, è sufficiente presentare la domanda, senza dimostrare la difficoltà finanziaria nemmeno in caso di debiti superiori a 50.000,00 euro. Ricordiamo, infine, che sulla base del dato normativo, la domanda di dilazione:

  1. inibisce l’adozione del fermo di beni mobili registrati e dell’ipoteca esattoriale, ferma restando la validità delle misure già disposte;
  2. osta all’avvio di nuove azioni esecutive.

Il pagamento della prima rata, comunque, sospende le esecuzioni in corso, salvo la presenza di atti espropriativi “irreversibili” (si pensi all’esito positivo dell’incanto o all’istanza di assegnazione). Oltre a ciò, pagata la prima rata, il debitore dovrebbe poter ottenere il DURC e, come prevede l’art. 48-bis del DPR 602/73, non dovrebbe più essere considerato inadempiente ai fini del “blocco” dei pagamenti delle Pubbliche amministrazioni.


Scopri tutti i servizi telematici del commercialista: clicca qui.

Iscriviti alla newsletter inserendo i tuoi dati in basso:

Print Friendly, PDF & Email

Recensioni utenti

5 stelle 0 0 %
4 stelle 0 0 %
3 stelle 0 0 %
2 stelle 0 0 %
1 stella 0 0 %

Recensioni

Non sono ancora presenti recensioni.

Solo i clienti che hanno effettuato l'accesso e che hanno acquistato questo prodotto possono scrivere una recensione.