Approvate le modalità operative per il contributo integrativo alle scuole dell’infanzia autonome (non statali e non comunali) senza fini di lucro – anno scolastico 2015/2016.

BENEFICIARI

Possono presentare domanda di contributo i legali rappresentanti delle scuole infanzia non statali e non comunali senza fini di lucro.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE

I criteri di assegnazione dei contributi a favore delle scuole dell’infanzia autonome, definiti dalla D.C.R. n. X/207 del 3 dicembre, sono i seguenti:

  • Il 50% del finanziamento viene attribuito in rapporto al numero di sezioni: posto 100 il valore medio riferito alle tipologie di scuole presenti in maggior numero sul territorio regionale in relazione al numero di sezioni (scuole con numero di sezioni pari a 4 e 5), viene calcolato il variare di tale valore medio applicando un indice di maggiorazione del 25% alle scuole con numero di sezioni minore, ovvero di decremento per la medesima quota a quelle con un numero di sezioni maggiore, anche al fine di un riequilibrio degli stanziamenti per sede. Tale importo debitamente incrementato o ridotto potrà essere oggetto di riparametrazione (positiva o negativa) con riferimento alla non perfetta coincidenza del numero di sezioni a cui viene applicata una maggiorazione ovvero a quelle per le quali si provvederà al decremento;
  • il 20% del Fondo viene assegnato in base al numero degli alunni. Tale importo è ottenuto dividendo lo stanziamento relativo a tale voce per il numero complessivo di alunni iscritti. Il relativo risultato (contributo medio per alunno) è poi moltiplicato per il numero di alunni riferito a ciascuna sede scolastica della stessa tipologia e suddiviso per il relativo numero di scuole;
  • il 30% dello stanziamento regionale è attribuito sulla base del numero delle sedi. Tale importo è ottenuto dividendo lo stanziamento relativo a tale voce per il numero complessivo di scuole. Il 3% dell’importo è attribuito alle scuole mono sezioni quale fondo di perequazione, tenuto conto della necessità di fornire alle stesse un sostegno in ragione della loro peculiarità territoriale e dell’ubicazione esclusiva in aree con svantaggio (comuni montani, piccoli comuni o frazioni), ove rappresentano l’unica offerta educativa garantita.

MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La richiesta di contributo deve essere compilata esclusivamente tramite il sistema informatico “SIAGE” all’indirizzo http://www.siage.regione.lombardia.it/siage/, a decorrere dalle ore 12,00 di martedì 7 giugno 2016 e sino alle ore 12.00 di venerdì 15 luglio 2016 (termine prorogato).

Non verranno prese in considerazione le domande inviate successivamente a tale termine, incomplete ovvero consegnate con altre modalità.

La domanda è redatta sotto forma di autocertificazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre n. 445. La Regione si riserva la possibilità di effettuare controlli sulla veridicità dei dati forniti ai sensi degli artt. 71 e 75 del medesimo D.P.R. n. 445/2000. In caso di dichiarazione mendace, fermo restando quanto previsto dall’art. 76 della predetta normativa in materia di sanzioni penali, il dichiarante decade dai benefici conseguiti sulla base delle dichiarazioni non veritiere e non potrà presentare richiesta di contributo per l’anno scolastico successivo.

Le scuole richiedenti sono tenute a conservare presso i propri archivi la copia cartacea della domanda debitamente sottoscritta per cinque anni.

AMMISSIBILITA’ DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO

Le domande di contributo sono ammissibili se:

  • presentate da soggetti che rispondono ai requisiti richiesti;
  • compilate mediante l’apposita procedura on-line;
  • inviate nei termini e secondo le modalità di presentazione.

L’ammissibilità delle richieste e la liquidazione del contributo alle istituzioni scolastiche beneficiarie sarà disposta a seguito di istruttoria tecnica da parte delle competenti strutture della D.G. Istruzione, Formazione e Lavoro entro il termine di 90 giorni dalla data di scadenza di presentazione delle domande.

INFORMAZIONI

Possono essere richieste telefonicamente a:

  • Rosa Ferpozzi tel. 02 6765 2054;
  • Tiziana Zizza tel. 02 6765 2382;
  • Lucia Balducci tel. 02 6765 2278;
  • Maria Della Contrada tel. 02 6765 2308

Consulta l’avviso della regione: clicca qui.

Allegati:

decreto 5989 proroga materne.pdf

decreto 5001 modalità assegnazione materne.pdf

ALLEGATO Modalità assegnazione contributi scuole dell’infanzia 2015_2016.pdf

Manuale_Adesione_Bando_Scuole_Infanzia_2015_2016,0.pdf

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *