Aperta la selezione di proposte di sostegno alla progettazione integrata di scala territoriale/locale per la valorizzazione culturale nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia. Le proposte progettuali devono essere presentate da un singolo Comune, da una Unione a più Unioni di Comuni, ovvero da forme associative di Comuni, entro il 5 settembre 2016.

OBIETTIVI

I rischi e le criticità che possono compromettere il successo della strategia di sviluppo culturale dipendono in larga misura dalla mancata, carente o non tempestiva disponibilità di una progettualità coerente con la visione di sistema, qualitativamente debole, o comunque non sufficientemente capace a dare piena ed operativa attuazione al disegno strategico per mancanza di risorse finanziarie, capacità tecniche, assenza di coordinamento tra i diversi livelli e soggetti coinvolti.

La difficoltà di condivisione di piattaforme progettuali che possano effettivamente incidere sullo sviluppo dei territori nel loro complesso, si pongono come evidenti ostacoli alla realizzazione di programmi di investimento alla scala territoriale/locale fondati su strategie di sviluppo culturale.

L’obiettivo principale dell’iniziativa è quello di elevare la qualità della progettazione a livello delle amministrazioni pubbliche locali in campo culturale per ambiti territoriali/locali, rafforzando la capacità di promuovere processi di integrazione tra risorse territoriali, settori di policy, attori pubblici e privati coinvolti negli strumenti gestionali e più in generale nei processi di governance partecipata delle azioni di valorizzazione culturale, e favorire cosi la gestione integrata e sostenibile del patrimonio culturale a diversa titolarità pubblica, anche attraverso forme di partenariati pubblico-privati.

REQUISITI DELLE PROPOSTE PROGETTUALI

Le proposte progettuali devono essere presentate da un singolo Comune, o da una Unione, o più Unioni di Comuni, ovvero da forme associative di Comuni, così come previste dal TUEL di cui al O.lgs. 267/2000 s,m,i., localizzati nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia.

I soggetti proponenti, Comuni, Unioni o associazioni di Comuni, devono totalizzare almeno 150.000 abitanti, come risultante dal 15° Censimento della popolazione e delle abitazioni, ISTAT 2011.

Nel caso di proposte presentate da Comuni in forma associata, i Comuni con almeno 1’80% del totale degli abitanti dei Comuni associati devono essere limitrofi, pena l’esclusione.

Pertanto, qualora i Comuni limitrofi delle associazioni non raggiungano la soglia del 150.000 abitanti come sopra indicato, ciò sarà considerato motivo di esclusione dalla procedura selettiva.

I Comuni delle isole minori nelle regioni Campania, Puglia e Sicilia saranno considerati limitrofi ai Comuni costieri localizzati nella medesima Provincia di appartenenza dei comuni isolani.

Ogni Comune può partecipare in forma singola o associata alla presentazione di una sola proposta progettuale.

Qualora la forma associativa dei Comuni non sia già stata formalizzata al momento della presentazione della proposta progettuale, tale formalizzazione dovrà avvenire al massimo entro la sottoscrizione dell’atto di convenzione con il MiBACT di cui al successivo Art. 5, pena la revoca del finanziamento.

Nel caso di Unioni o altre forme associative tra Comuni dovrà essere individuato il Capofila (Comune o Unione di Comuni), che assuma il ruolo di ente responsabile e referente per tutte le fasi e attività previste dal presente Avviso. Il Capofila dovrà sottoscrivere e provvedere alla trasmissione della proposta progettuale secondo quanto successivamente indicato all’Art. 4.3.

Il rispetto dei tempi e delle modalità di trasmissione delle proposte progettuali secondo quanto indicato al successivo Art. 4.3 costituisce altresì requisito di ricevibilità delle candidature, Il mancato rispetto di tale requisito costituirà, pertanto, causa di esclusione.

Visita la sezione Finanziamenti agevolati di Elabora Online: clicca qui.

Non dimenticarti di seguire tutte le altre news su Studio Russo Giuseppe!

Consulta l’avviso qui.

Allegati:

Decreto

Faq

1465385021233_Avviso_allegato_2

1465294242104_Avviso_allegato_1

1465294222206_Avviso_allegato_2

1465384996420_Avviso_allegato_1

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.